BookMarchs – L’Altra Voce

Edizione 2021 – Attraverso lo specchio. Dalla parte dei bambini

17 luglio – Petritoli (Orto dell’Asilo), ore 21:30
“Non voglio diventare grunde!”: tradurre Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren, con Samanta K. Milton Knowles e Silvia Ballestra
Letture di Piergiorgio Cinì

18 luglio – Ponzano di Fermo (San Marco), ore 18
“Scrittore per bambini era un modo di dire”: Hans Christian Andersen e il suo pubblico, con Bruno Berni e Fabio Pedone
E con Piergiorgio Cinì (voce narrante) ed Eolo Taffi (improvvisazioni al contrabbasso)

30 luglio – Moresco (Piazza Castello), ore 18
Tradurre il sogno, tradurre in sogno: da Sylvie e Bruno di Lewis Carroll a I libri di Oz di L.Frank Baum, con Chiara Lagani, Fabio Pedone e Stella Sacchini

31 luglio – Petritoli (Orto dell’Asilo), ore 21:30
I libri di Oz, spettacolo teatrale
di e con Chiara Lagani
testi di Frank Baum tradotti da Chiara Lagani per i Millenni di Einaudi
illustrazioni Mara Cerri
paesaggio sonoro Mirto Baliani
animazioni video e regia Luigi De Angelis
cura del suono Vincenzo Scorza
produzione Elastica, E/Fanny & Alexander

1 agosto – Pedaso (Nuova sala polifunzionale presso ex bocciodromo, via Pirandello), ore 21:30
L’apostata: in difesa dei diritti dei minori.
Jack London tra letteratura e giornalismo sociale
(presentazione del racconto tradotto dai ragazzi del Liceo “Da Vinci” di Civitanova Marche nell’ambito del progetto “Il traduttore in classe – La voce dell’altro” e pubblicato da Giaconi Editore)
con Angelo Ferracuti, la Fototeca provinciale di Fermo, gli studenti e le professoresse del Liceo “Da Vinci” di Civitanova Marche.
E con Piegiorgio Cinì (voce narrante) ed Eolo Taffi (improvvisazioni al contrabbasso)

La pratica del tradurre segna fin da tempi lontanissimi il cammino dell’umanità: e molti dei nostri atti più frequenti e quotidiani nascono come atti di traduzione.

BookMarchs – L’altra voce è il festival dei libri presentati dai loro traduttori, per conoscere tutto quel che c’è dietro un libro. Organizzato dall’Associazione Culturale Spaesamenti in collaborazione con Giaconi Editore, si tiene in diversi paesi tra la provincia di Fermo e Ascoli Piceno.

Vuole creare occasioni per spingersi “oltre il confine” delle parole, per costruire una riflessione in pubblico sull’accoglienza dell’altro, che da un angolo d’Italia si irradi verso orizzonti ancora non conosciuti.

Nel suo nome si intrecciano l’attenzione a libri che lasciano un segno (con un ammicco all’inglese bookmark, “segnalibro”) e quella al territorio marchigiano e alle sue bellezze. Il festival, già dal nome, mostra il suo interesse per il mondo della letteratura e della traduzione, ma anche per il patrimonio artistico e culturale di queste terre, le Marche del sud, custodi di una bellezza schiva e delicata.

Il traduttore di un libro è la sua voce nella lingua d’arrivo, obbedisce a una disciplina di ascolto e servizio ma anche a una sintonia creativa con la scrittura dell’autore tradotto. È conoscitore di culture diverse, esperto di passaggi e transiti, mediatore del dialogo, maestro di accoglienza dello straniero. In BookMarchs “l’altra voce”, quella del traduttore, avrà la possibilità di parlare, facendo risuonare in dialogo con la sua tutte “le voci dell’altro”.