PHOTOBOOKMARCHS 02

GIUSEPPE GAMBINI / SILVIA GAMBINI – 1919/1982: QUESTO IMPROVVISO ANNODARE

A cura di Silvia Gambini
in collaborazione con l’Associazione Altidona Belvedere e la Fototeca Provinciale di Fermo

“La fotografia ferma il tempo e le anime che ne fanno parte. Come un ipotetico incontro tra me e mio zio Giuseppe, frate per scelta e fotografo per vocazione. Così la fotografia è entrata nella mia famiglia, nel primo dopoguerra, con uno sguardo curioso sulla vita di tutti i giorni. Ed è così che la voglio raccontare e ricordare: fotografandola nuovamente”, scrive Silvia Gambini del suo lavoro di rilettura in immagini, e traduzione visiva, di un tesoro ritrovato in una scatola di scarpe.

Vecchie foto e negativi in acetato di cellulosa che racchiudevano storie lontane nel tempo, istantanee di vita perduta. Silvia Gambini rifotografandole le sottrae all’oblio, le restituisce all’oggi, le salva dalla morte dei nomi, dei volti, dei gesti. Unisce i fili, li riannoda, ricostruisce l’ordito del tempo, il tessuto di parole e gesti che fanno della storia un racconto ininterrotto.

Come la scrittura, la fotografia è un’arte tessile: tiene insieme gli oggetti spaiati, gli scampoli di esistenza – tutto ciò che il tocco entropico del tempo condannerebbe altrimenti a perdersi.